Il tasso di cambio

Il mercato del Forex si basa su alcuni concetti di base che devono essere ben chiari prima di decidere di investire in questo modo. Infatti questo strumento di investimento può essere una grande occasione per riuscire a creare un buon profitto con poco capitale, tuttavia potrebbe rivelarsi anche difficile sopportare delle grosse perdite.

Bisogna subito capire che le transazioni su questo mercato vengono sempre fatta in base ad un rapporto tra coppie di valute. In sostanza viene espresso il valore di una di esse in base al controvalore per ottenere un’unità della seconda. Il prezzo che viene assegnato dal mercato ad una coppia di valute viene definito tasso di cambio. Questo concetto sta alla base di tutte le operazioni sul Forex.

Per comprendere meglio questo punto facciamo un esempio. Se il tasso di cambio tra euro e dollaro fosse di 1,3123 questo ci direbbe che il valore dell’euro in relazione al dollaro sarebbe di 1,3123. Le due valute assumono un nome differente in base alla loro posizione nel rapporto di coppia. In sostanza la prima che viene scritta è la cosiddetta base currency, o valuta di base, mentre la seconda è la counter currency, o valuta quotata.

Il tasso di cambio, o forex rates, è un elemento fondamentale che deve essere perfettamente compreso. Durante lo svolgimento delle operazioni di acquisto e vendita, infatti, è necessario riuscire a leggere efficacemente e velocemente le informazioni che vengono riportate sullo schermo. Solo in questo modo sarà possibile capire se esiste una convenienza nell’effettuare quella transazione e riuscire a guadagnare un profitto. Molti trader offrono la possibilità di visualizzare in tempo reale le variazioni che subiscono questi tassi. Ovviamente essi sono profondamente influenzati dalle operazioni svolte dagli altri operatori presenti sul mercato. Esistono alcuni tassi, tuttavia, che risentono meno della volatilità di mercato in quanto possono vantare moltissime transazioni quotidiane.