Tassi di Rollover e Swap Point

Il mercato del forex è veramente molto vario e presenta moltissimi trader che utilizzano tecniche differenti. La sua enorme dimensione gli permette di avere una liquidità quasi infinita e molti operatori cercano di fare del loro meglio per garantirsi una grossa fetta della torta dei guadagni. Una delle caratteristiche principali che si possono osservare sul mercato è quella che ogni operazione deve essere intraday. Questo vuol dire che le posizioni aperte devono essere chiuse in giornata ma c’è anche un modo per evitarlo.

Questo metodo si chiama proprio Rollover e permette di operare in multiday, ovvero con posizione aperte a cavallo tra più giorni. L’operazione nella pratica si svolge in questo modo. Il trader chiude alle 23, alla chiusura della giornata la posizione aperta. Simultaneamente, o pochi minuti dopo, apre una nuova posizione per lo stesso valore di valuta per il giorno successivo. In questo modo si ottiene una posizione che solo fittiziamente è a cavallo dei due giorni ma che potrebbe produrre degli utili.

In sostanza si spera che il prezzo di cambio del giorno successivo sia superiore a quello odierno. Con questa operazioni si può ovviamente anche perdere qualcosa ma la maggior parte delle volte le variazioni sono minime. Se ad esempio si chiude con il cambio a 1,3658 è possibile che si riesca ad avere la posizione del giorno seguente a 1,3659. Questo pips aggiuntivo viene definito swap point e rappresenta il guadagno per l’operazione di rollover.

La differenza dei pips è, come sempre, ciò che rimane nelle tasche di chi effettua la transazione, la sola anomalia di questo metodo è il mondo in cui essa viene realizzata. In sostanza si cerca di eludere la norma che impone la chiusura delle posizioni aperte nella giornata e si cerca di ricavare qualcosa da questa transazione duplice.